risparmiare sulle bollette cover

Guida per risparmiare sulle bollette e rispettare l’ambiente

Tutto quello che devi sapere

Si sta avvicinando quel periodo dell’anno: no, non parlo del Natale. Parlo del periodo in cui inizia a fare freschino: tiriamo fuori la trapunta – anche se da mezza stagione, cominciamo a mettere volentieri i pantaloni lunghi, beviamo le prime tisane, teniamo sempre a portata di divano una bella copertina. In tutto ciò comincia a fare sempre più freddo, anche in casa, e iniziamo a chiederci quando si potrà accendere il riscaldamento. Ma soprattutto iniziamo a chiederci come possiamo risparmiare sulle bollette, sopratutto quest’anno che i prezzi saranno decisamente più alti degli ultimi anni.

Immagino che anche tu come me avrai già cercato su internet cosa è possibile fare per risparmiare sulle bollette: ho voluto però raccogliere in un unico articolo tutto quello che ho trovato (di realmente utile). Non solo: mi sono chiesta anche come potessi limitare i miei consumi e rispettare l’ambiente. Ricordiamoci che anche in questo caso ogni scelta che facciamo nel nostro piccolo, nel nostro quotidiano, può davvero fare la differenza. Cosa ne è uscito? Te lo riassumo in questa guida per risparmiare sulle bollette e rispettare l’ambiente.

PREMESSA: non è detto che si possano applicare tutti questi accorgimenti, per X motivi (personali, economici…). Va bene. Non è necessario seguire tutto alla lettera, è necessario fare il meglio che possiamo. Se non possiamo permetterci di passare a un fornitore più attento all’ambiente, va bene, possiamo comunque fare il nostro informandoci. Se non possiamo/vogliamo cambiare i serramenti perché siamo in una casa in affitto, va bene. Possiamo comunque far fare una valutazione per vedere in che stato sono. Dobbiamo fare il meglio con ciò che abbiamo ora: fatto quello non serve prendercela con noi stess* se non possiamo fare di più in questo momento. A volte basta solo informarsi e magari condividere con altr* quello che sappiamo: questo è già un primissimo passo – e non da poco – verso il cambiamento.

Le basi per risparmiare sulle bollette e rispettare l’ambiente

  • Utilizzare tutti gli elettrodomestici a carico pieno: non solo lavatrice e lavastoviglie, ma anche il forno ad esempio – usiamo per cuocere diverse cose contemporaneamente.
  • Utilizza i cicli eco, ma informati bene su cosa vuol dire. Ad esempio, nel caso della mia lavatrice, ho scoperto che a volte mi conviene impostare manualmente durata e temperatura del lavaggio, non seguire quello eco che mi consiglia. Te lo mostro qui.
  • Informarsi bene sui prodotti che usiamo per gli elettrodomestici: scegliamo prodotti che rispettino l’ambiente e capiamo bene come usarli correttamente (ad esempio, il percarbonato si attiva a 40 gradi, a meno non funziona e sprecheremmo il prodotto).
  • Se devi comprare un nuovo elettrodomestico valuta bene la classe di appartenenza: magari ti fa spendere di più all’inizio con il costo iniziale ma ti farà risparmiare sulle bollette a lungo termine.
  • Utilizza elettrodomestici “extra” solo se strettamente necessari: ad esempio? L’asciugatrice o il ferro da stiro – io non li ho.
  • Non teniamo in stand by gli elettrodomestici: anch’io ci ho messo un po’ per ricordamelo ma piano piano ci si fa l’abitudine. Adesso la sera spengo sempre il pc, stacco tv e wifi. La lavatrice è sempre staccata tranne quando in uso.
  • Effettua periodicamente la manutenzione degli elettrodomestici per farli durare più a lungo.
  • Ricorda bene qual è la tua opzione in bolletta per capire quando ti conviene attivare gli elettrodomestici.
  • Scegliere le giuste lampadine: quelle a led hanno bassi consumi, durano molto e sono quelle che consumano meno di tutte.
  • Spegni sempre le luci se non in uso.
  • Cuoci più cose insieme anche sui fornelli: ad esempio, prepara più porzioni, magari per il giorno dopo.
  • Usa sempre i coperchi e, raggiunta l’ebollizione, cuoci a fuoco spento.
  • Non ho più il microonde io, ma se lo hai, usalo quando puoi ridurre i tempi: ad esempio, scalda lì la tazza della tisana e non sui fornelli.
  • Per cotture lunghe, opta per la pentola a pressione – io al momento sto valutando questo investimento, soprattutto in vista della stagione delle zuppe.
  • Prima di passare al riscaldamento opta per metterti un maglione in più.
  • Sfrutta le zone della casa esposte a sud, dove c’è più luce: di giorno cerca di lasciare aperte persiane e tapparelle per far entrare il caldo.
  • Controlla bene i serramenti e se ci sono spifferi usa i paraspifferi.
  • Se lavori da casa, non stare seduto alla scrivania per troppo tempo: alzati e fai due passi, bevi un te caldo.
  • Usa il riscaldamento evitando sbalzi eccessivi e temperature troppo alte.

Un ultimo consiglio

Informati bene su tutte le opzioni che hai a disposizione, anche se hai già un contratto con un fornitore: magari non puoi cambiarlo, ma almeno informati su chi al posto del gas utilizza energia rinnovabile. Non è detto che tutt* abbiano il lusso di fare questa scelta, ma l’informazione ormai è a portata di tutt*. So che è una rottura cercare cosa offrono gli altri fornitori – e non sempre l’argomento è facilmente comprensibile. Ma uno sforzo si può provare a farlo. Io ad esempio ho valutato Sorgenia, Nen, È nostra, Pulsee, Alperia: non so ancora se passeremo a uno di questi, ma almeno abbiamo vagliato tutte le opzioni a disposizione.

Parliamone

E tu? Hai altri consigli su come risparmiare sulle bollette e rispettare l’ambiente?

Ti aspetto su: marta@gentilmenta.com