Ciclo sostenibile, ecco le alternative

Ciclo sostenibile: ecco le alternative

Quali sono i vantaggi?

Oggi parliamo di mestruazioni: eh sì, parliamone, perché non deve essere un tabù.

Molto probabilmente le prime soluzioni che ci vengono in mente per il ciclo sono gli assorbenti usa e getta. Ci sono però – finalmente – diversi prodotti ecosostenibili. Le alternative in commercio per un ciclo sostenibile si adattano alle diverse esigenze, ma tutte ti aiutano ad avere uno stile di vita più green e soprattutto più consapevole.

Tutte hanno in comune due vantaggi rispetto ai classici assorbenti: 

  1. Vantaggio per l’ambiente. Hai idea di quanti assorbenti possono essere usati da una persona? La matematica non è mai stato il mio forte, lo ammetto, quindi affidandomi a questo articolo si stima che “ogni anno vengono usati tra i 120 e i 480 miliardi di assorbenti usa e getta e tamponi”. Non solo, i packaging o una minima parte dell’assorbente tradizionale, hanno comunque una percentuale di plastica.
  2. Vantaggio per il nostro portafoglio. Considerando quanto dura in media il ciclo di una donna e quanti assorbenti usa e getta servono per ogni ciclo, mi rendo conto che non è una spesa poi così sostenibile.
Ciclo sostenibile, ecco le alternative. Assorbente in cotone.

Come anticipato, la bella notizia è che ci sono diverse alternative sostenibili, le più comuni sono:

  1. Assorbenti lavabili
  2. Mutande lavabili
  3. Coppetta mestruale

Assorbenti lavabili

Ciclo sostenibile, ecco le alternative. Assorbente lavabile.

Gli assorbenti lavabili sono come gli assorbenti usa e getta ma fatti in stoffa, solitamente in cotone, e lavabili. Se lavati bene durano fino a 3 anni. Ho provato a usarli e per un primo periodo mi sono trovata abbastanza bene, poi però ho iniziato a trovarli leggermente scomodi: questo perché quelli in commercio che ho trovato finora hanno misure standard e – non avendo la stessa aderenza di quelli usa e getta – non si adattano perfettamente al mio corpo.

Il lavaggio è in realtà molto semplice: dopo l’utilizzo basta sciacquarli subito con acqua fredda e poi si possono buttare in lavatrice e lavarli a bassa temperatura. Se li prendi di colori chiari, ricorda che anche se rimane un po’ di colore sono solo pigmenti, l’assorbente non è effettivamente sporco. In questo caso, il percarbonato è magico per smacchiare 😉

Se devo trovare un altro piccolo svantaggio è la praticità, soprattutto in viaggio o quando sei fuori casa tutto il giorno. In quel caso è necessario avere con sè un sacchettino per riporlo al chiuso finché non si ha la possibilità di lavarlo.

Tra i grandi vantaggi però c’è che sono eco friendly e perfetti per una vita plastic free.

Mutande lavabili

Ciclo sostenibile, ecco le alternative. Mutande lavabili.

Le mutande lavabili hanno tutti i vantaggi elencati sopra per gli assorbenti lavabili ma per me hanno un plus in più: la comodità. Rispetto agli assorbenti infatti, hanno tutt’altra vestibilità.

Per il lavaggio funziona esattamente come per gli assorbenti: sciacquarli subito con acqua fredda, lavarli in lavatrice a bassa temperatura.

Anche le mutande lavabili hanno chiaramente lo svantaggio della praticità ma ormai – considerando che è un po’ di tempo che le uso – posso dire che è solo questione di abitudine. Un altro vantaggio è che esistono diversi modelli e diverse tipologie di assorbenza (a seconda del flusso): un ulteriore comfort che non va sottovalutato.

Ad oggi questa è senza dubbio la mia alternativa preferita per avere uno stile di vita più sostenibile.

Coppetta mestruale

Ciclo sostenibile, ecco le alternative. Coppetta mestruale.

Coppetta mestruale: È riutilizzabile, pratica e molto igienica. Ricorda che va sempre sterilizzata prima di un nuovo utilizzo. Personalmente non l’ho ancora utilizzata perché con le mutande lavabili sento di aver trovato la mia quadra per ora, ma non escludo di provarla. Inoltre, rispetto ad assorbenti e mutande lavabili dura fino a dieci anni.

Ho visto anche degli assorbenti in cotone biologico, che potrebbero essere un primo step per approcciarsi a una soluzione più sostenibile, tuttavia sono comunque usa e getta.

Essendoci così tanta scelta è difficile andare subito a colpo sicuro, quindi anche in questo caso è bene sperimentare.

Valuta bene che tipo di flusso hai, che abitudini hai (sei spesso fuori casa durante il giorno?) e cosa ti fa stare meglio. Mi sento di consigliare l’assorbente lavabile perché è efficace, ma personalmente non lo trovo comodissimo, soprattutto quando devo fare attività fisica. Insomma, per un ciclo sostenibile le alternative non mancano!

Parliamone

E tu? Conoscevi già le alternative sostenibili da usare durante le mestruazioni? Quale preferisci? Se hai voglia di raccontarmi la tua esperienza o se hai qualche dubbio di cui vuoi parlare, mi trovi qui: marta@gentilmenta.com